Emozioni Positive Contro Emozioni Negative, Ti Spiego Perché Non Vincono Nessuna Delle Due - LoveSchool

Emozioni Positive Contro Emozioni Negative, Ti Spiego Perché Non Vincono Nessuna Delle Due

Ebbene si, non ho alcuna vergogna ad ammettere che con la scusa di mio figlio che cresceva, ho visto quasi tutti i film d'animazione Disney/Pixar degli ultimi anni.

Sono un sanguigno e sono alla ricerca costante di emozioni positive e belle da vivere, la reputo decisamente una delle mie attività principali e questo "arduo compito" non mi è pesato affatto come avrai già capito. 😀

Sono all'ascolto continuo di emozioni seduttive che mi attraggono e mi fanno star bene. E se io sto bene, stanno bene anche le persone care che mi circondano.

Da quando poi ho intrapreso il mio cammino di lovetrainer professionista, ormai più di 10 anni fa, ho iniziato a vedere ed analizzare sotto una nuova ottica e visione questi film d'animazione.

Da tutti questi film d'animazione, c'è sempre da imparare tanto e dopo averli visti ma soprattutto analizzati e approfonditi, ho avuto modo di isolare ed identificare un singolo aspetto molto importante che è comune a tutti questi capolavori d'animazione e che vado adesso a metterti in evidenza di seguito.

More...

In tutti i film vengono messe in scena storie fantastiche, vengono costruiti mondi straordinari, spesso assurdi e surreali ma si riscontra sempre un distacco velato dalla realtà dello spettatore.

Pur con tutte le metafore, le storie eroiche, le similitudini, prima di questo film d'animazione, la realtà è rimasta sempre un po' fuori dalla trama vera dei film ed i riferimenti sono stati sempre indiretti e mai hanno fatto parte del film stesso.

Il film d'animazione della disney/pixar INSIDE OUT irrompe pienamente nella realtà di ognuno di noi, anzi nel nostro cervello per l'esattezza, laddove appunto nascono le nostre emozioni.

Lo fa ovviamente a modo suo ovverosia costruendo un mondo fantastico collegato però stavolta a doppio filo direttamente alla realtà visibile di ognuno di noi.

Questa è stata la vera novità, Inside Out tratta e affronta proprio il tema della nascita delle emozioni e di come queste guidano le nostre azioni e reazioni quotidiane nella nostra vita di tutti i giorni.

Ed ecco perché da attento studioso delle emozioni, attraverso questo film parleremo di emozioni. Ti interessa? Vogliamo iniziare?

Gioia, Tristezza, Rabbia, Paura, Disgusto: le emozioni prendono vita e sono i protagonisti della nostra vita

Subito va detta una cosa che tanta critica ufficiale condivide, Inside Out non è un film per bambini piccoli e si apprezza al meglio dall'adolescenza in poi, quando possono essere colti al meglio tutti quegli aspetti importantissimi sulle dinamiche familiari che in tenera età giustamente non possono e non è necessario anche che siano colti.

È senza dubbio un film straordinario ed altamente formativo per genitori e figli che iniziano a studiarsi e comprendersi meglio all'alba del sopraggiungere della pubertà che si sa essere un periodo di grandi cambiamenti fisici nel corpo ma anche e soprattutto di cambio di riferimenti e valori in qualunque adolescente.

Il film mette in scena una rappresentazione semplice e colorata dei sentimenti base che ci muovono ed ispirano, proprio come se fossero ai comandi di una moderna consolle con tanto di pulsanti e tu che sei un appassionato lettore di questo blogti consiglio di non perdertelo assolutamente.

Qui di seguito, trovi il trailer del film e sono sicuro che se vedrai il film ti piacerà senz'altro!

Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto si alternano al comando di questa consolle che governano le nostre azioni quotidiane. Più un'emozione si sofferma alla consolle più manteniamo quello specifico stato.

I pulsanti di una consolle danno una rappresentazione puntuale di come agisce un'emozione che, come sappiamo già, si manifesta e si attiva in modo rapido e fulmineo come se schiacciassimo proprio all'improvviso un interruttore.

Punti chiave del paragrafo:

  1. Inside Out è il primo film d'animazione che mette in scena le emozioni nel mondo reale;
  2. Le emozioni di base diventano "persone reali" che stanno al comando delle nostre azioni ma soprattutto delle nostre reazioni;
  3. La "consolle di comando" è il luogo dove le emozioni si esprimono;

Ogni Emozione è come se fosse un potente magnete

Tutte le Emozioni sono come dei potenti magneti

Se per la maggior parte del tuo tempo durante la giornata usi e vivi emozioni positive quali la Gioia, l'Amore, la Comprensione, l'Ascolto Attivo è naturale e spontaneo che inizierai ad entrare in empatia con altre persone che vivono le tue stesse emozioni.

Le emozioni negative sono molto utili perché ci danno un messaggio di allerta e di attenzione ma sono emozioni che interrompono il dialogo e ostacolano la comunicazione con gli altri. 


Potremmo definirle come delle emozioni egoiste, nel senso che il loro compito principale è quello di tutelarci e salvaguardare l'incolumità fisica personale.

Dall'altro lato le emozioni positive favoriscono e stimolano la condivisione e le interazioni sociali con gli altri e ci consentono di creare rapidamente un ponte che ci predispone nelle migliori condizioni per comunicare in modo chiaro con gli altri.

Ma vale lo stesso ragionamento ahimè anche per le emozioni negative.

È come se tu fossi una potente calamita, più sono forti le emozioni di cui vibri, più attrai ed entri in risonanza con altre persone che stanno vivendo e provando le tue stesse emozioni in quel determinato momento.


In modo del tutto automatico ed inconscio, in questo modo, stai facendo una netta selezione tra chi si avvicinerà a te per incoraggiarti, sostenerti e motivarti e chi invece si terrà a debita distanza da te perché vuole solo giudicarti, ostacolarti e denigrarti.

Punti chiave del paragrafo:

  1. Le emozioni che provi e trasmetti, attraggono o respingono gli altri;
  2. la Gioia, l'Amore, la Comprensione e l'Ascolto Attivo creano ponti verso gli altri e supportano la comunicazione;
  3. Tutte le emozioni negative distruggono i ponti e bloccano la comunicazione con gli altri;

Le caramelle di Bing Bong: la meravigliosa metafora sul dolore e la tristezza

Un personaggio che si incontra all'interno del film e che mi ha fatto emozionare tantissimo è Bing Bong, l'amico immaginario d'infanzia della protagonista Gioia.

Ritengo che sia l'idea più geniale che gli autori potessero mai immaginare all'interno della storia ed il miglior modo possibile per spiegare cos'è il dolore e la tristezza.

Bing Bong è uno strano personaggio, un po' elefante e un po' delfino, fatto di zucchero filato colorato con una particolare caratteristica, quando piange ed è triste, piange caramelle.

Se ci pensi, è un nosense, un'immagine apparentemente molto buffa, a cui all'inizio non avevo dato tanta importanza ma con il senno di poi, ho cercato di dare la mia personale interpretazione che adesso voglio condividere con te.

Per raggiungere e ottenere qualsiasi cosa nella nostra vita è necessaria l'azione che comporta impegni gravosi e spesso anche dolorosi. Quel cambiamento importante che è avvenuto o deve avvenire, nella nostra vita, passa o deve passare necessariamente attraverso periodi anche duri e di scelte difficili da compiere.

Decidere significa smettere di fare qualcosa e farne delle altre, più importanti oggi per noi.

Questo significa passare magari attraverso periodi di lacrime e di dolore senza i quali non avremmo mai ottenuto ciò che oggi ci fa star bene.

Ecco perché piangere caramelle è una tenera ed efficace metafora sul dolore e sulla tristezza che diventa dolce oggi perché, grazie anche a questo periodo temporaneo di tristezza e dolore, si è stati capaci di ottenere il cambiamento straordinario che oggi è realtà!

Sono un fan stellare di questo personaggio e l'ho apprezzato tantissimo perché ti fa comprendere in modo così semplice e potente quanto sia importante sacrificare qualcosa a favore di altro che sta nascendo e che irrompe inevitabilmente nella vita di ognuno di noi.

Prima comprenderai cos'è necessario togliere e rimuovere nella tua vita oggi, prima dirigerai e investirai le tue rinnovate energie verso la realizzazione di obiettivi più utili e coerenti per la tua vita.

Quindi....non perdere altro tempo, inizia a rimuovere! 😉

Punti chiave del paragrafo:

  1. Bing Bong è il personaggio del film che possiede una "strana" caratteristica: quando piange, dai suoi occhi non escono lacrime ma caramelle assortite; 
  2. "Piangere caramelle" significa soffrire oggi per ottenere quel cambiamento che porterà domani la dolcezza nella nostra vita;
  3. È necessario imparare a sviluppare il coraggio di "piangere caramelle" perché è il solo modo per ottenere il cambiamento che desideriamo;

La somma delle singole emozioni che agiscono in sinergia come un'unica squadra ottiene sempre il miglior risultato

Credo che sia la prima volta che, in questi film d'animazione, si ammette l'esistenza del fallimento ma soprattutto si ammette la sua accettazione e la sua integrazione.

In tutti gli altri film, il cattivo alla fine era stato sempre sconfitto ed emarginato ma mai era stato incluso tra coloro che avevano condotto il protagonista al lieto fine.

Tantissimi sono i messaggi formativi che è possibile riconoscere all'interno di Inside Out e per la prima volta la protagonista Gioia, eterna paladina ed eroina che cerca di risolvere sempre tutto da sola, si allea con il "cattivo" ossia Tristezza, personaggio dannoso, goffo e pasticcione.

Solo tramite questa inedita sinergia e collaborazione tra i due opposti, Gioia e Tristezza, si riesce a superare l'ostacolo più grosso all'interno della storia e a giungere poi ad un lieto finale.

In realtà il messaggio più ampio che passa è che tutte le emozioni sia positive che negative sono equamente importanti ed utili e solo se ci si mette all'ascolto di ognuna di esse, accettandole con serenità, si può arrivare ad ottenere il risultato desiderato.

Questi risultati possono essere ad esempio, gioire di più con le persone care, amare di nuovo un'altra persona ma anche trovare il coraggio di mandare finalmente "a quel paese", dopo tanto tempo, quella persona fastidiosa o rifiutarsi di accontentare sempre gli altri.

In questa nuova ottica, le emozioni che proviamo invece di sconvolgere i nostri pensieri, lo organizzano e lo indirizzano al meglio verso reazioni più utili per ottenere un maggior equilibrio interiore.

Punti chiave del paragrafo:

  1. Per la prima volta nel cinema di animazione, il fallimento diviene parte integrante del lieto fine del film;
  2. Tutte le emozioni, sia positive che negative, se ben comprese, integrate e interiorizzate, possono condurti rapidamente ad una rapida soluzione per te;
  3. Mettiti all'ascolto di TUTTE le tue emozioni, qualunque esse siano e concedi loro lo spazio giusto per esprimersi e comprendere cosa vogliono dirti;

Per concludere, ecco una domanda adesso importante per te

Dopo questo articolo spero di averti messo curiosità e mi auguro che andrai a vedere il film e  voglio concludere questo post con una semplice domanda:

Quale emozione in questo momento è al comando della tua consolle? E da quanto tempo soprattutto?

Pensaci e riflettici bene con calma. Cosa sta caratterizzando adesso la tua vita? Come ti senti in questo periodo?

Ti invito a scrivere qui sotto
 un tuo commento, mi farebbe parecchio piacere leggere la tua risposta. 

Scriverla qui in modo esplicito e diretto avrà per te due effetti positivi immediati: 
1) ti darà la possibilità di riconoscerla ed isolarla rapidamente, 
2) ti sarà di grande aiuto e ti consentirà di renderla a te ancora più consapevole per rafforzarla ancora di più oppure per cambiarla o modificarla subito!

Non vedo l'ora di leggerti e di risponderti subito! 🙂 

About the Author Cupido

Aiuto e supporto Uomini e Donne in crescita, a riconoscere, alimentare e sostenere, dapprima l'amore per se stessi e dopo, a riconoscere nel mondo il partner più affine, accompagnandoli, passo dopo passo verso il proprio successo e benessere sentimentale definitivo.

follow me on:

Leave a Comment: